Indice del forum

Bracciano Translation Team. Traduzioni di qualità



PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

From Telegraph.co.uk
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
btt2009

Site Admin






Registrato: 03/11/08 17:18
Messaggi: 21
btt2009 is offline 






MessaggioInviato: Ven Mag 08, 2009 10:39 am    Oggetto:  From Telegraph.co.uk
Descrizione:
Rispondi citando

RBS issues global stock and credit crash alert.

Traduzione pubblicata su:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di btt2009 il Ven Mag 08, 2009 10:49 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Ven Mag 08, 2009 10:39 am    Oggetto: Adv





Torna in cima
btt2009

Site Admin






Registrato: 03/11/08 17:18
Messaggi: 21
btt2009 is offline 






MessaggioInviato: Ven Mag 08, 2009 10:40 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

The Royal Bank of Scotland has advised clients to brace for a full-fledged crash in global stock and credit markets over the next three months as inflation paralyses the major central banks.

"A very nasty period is soon to be upon us - be prepared," said Bob Janjuah, the bank's credit strategist.

A report by the bank's research team warns that the S&P 500 index of Wall Street equities is likely to fall by more than 300 points to around 1050 by September as "all the chickens come home to roost" from the excesses of the global boom, with contagion spreading across Europe and emerging markets.

RBS issues global stock and credit crash alert
RBS warning: Be prepared for a 'nasty' period

Such a slide on world bourses would amount to one of the worst bear markets over the last century.

RBS said the iTraxx index of high-grade corporate bonds could soar to 130/150 while the "Crossover" index of lower grade corporate bonds could reach 650/700 in a renewed bout of panic on the debt markets.

"I do not think I can be much blunter. If you have to be in credit, focus on quality, short durations, non-cyclical defensive names.

"Cash is the key safe haven. This is about not losing your money, and not losing your job," said Mr Janjuah, who became a City star after his grim warnings last year about the credit crisis proved all too accurate.

RBS expects Wall Street to rally a little further into early July before short-lived momentum from America's fiscal boost begins to fizzle out, and the delayed effects of the oil spike inflict their damage.

"Globalisation was always going to risk putting G7 bankers into a dangerous corner at some point. We have got to that point," he said.

US Federal Reserve and the European Central Bank both face a Hobson's choice as workers start to lose their jobs in earnest and lenders cut off credit.

The authorities cannot respond with easy money because oil and food costs continue to push headline inflation to levels that are unsettling the markets. "The ugly spoiler is that we may need to see much lower global growth in order to get lower inflation," he said.

"The Fed is in panic mode. The massive credibility chasms down which the Fed and maybe even the ECB will plummet when they fail to hike rates in the face of higher inflation will combine to give us a big sell-off in risky assets," he said.

Kit Jukes, RBS's head of debt markets, said Europe would not be immune. "Economic weakness is spreading and the latest data on consumer demand and confidence are dire. The ECB is hell-bent on raising rates.

"The political fall-out could be substantial as finance ministers from the weaker economies rail at the ECB. Wider spreads between the German Bunds and peripheral markets seem assured," he said.

Ultimately, the bank expects the oil price spike to subside as the more powerful force of debt deflation takes hold next year.

By Ambrose Evans-Pritchard

Source > Telegraph.co.uk


Ultima modifica di btt2009 il Ven Mag 08, 2009 10:41 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
btt2009

Site Admin






Registrato: 03/11/08 17:18
Messaggi: 21
btt2009 is offline 






MessaggioInviato: Ven Mag 08, 2009 10:40 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Royal Bank of Scotland mette in guardia per possibili crolli del mercato azionario e creditizio.

La RBS ha consigliato ai propri clienti di predisporre opportune difese in previsione di un crollo del mercato globale, sia azionario che del credito nei prossimi tre mesi, dovuto all’inflazione che sta paralizzando le maggiori banche centrali.

“Avremo presto un pessimo periodo, state pronti.” Ha detto Bob Jajuah, responsabile delle strategie di credito della banca.

Un rapporto del gruppo di ricerca della banca afferma che è possibile che l’indice S&P500 dell’azionario di Wall Street possa perdere da oltre 200 fino a 1.050 punti entro settembre, quando “tutti i polli torneranno al pollaio” dopo gli eccessi del boom globale, con questo contagio che si diffonderà attraverso l’Europa ed i mercati emergenti.

La RBS alza un segnale d’allarme per una crisi azionaria e creditizia.
La RBS mette in guardia: state pronti in vista di un pessimo periodo.

Uno scivolone di questo genere sulle borse mondiali porterebbe ad uno dei peggiori “mercati orso” (in discesa, N.d.T.) degli ultimi cento anni.

La RBS ha detto che l’indice iTraxx delle obbligazioni societarie di alto livello potrebbe salire fino a 130/150 punti mentre l’indice Crossover di quelle di basso livello potrebbe arrivare a 650/700 a causa del rinnovato attacco di panico nei mercati del debito.

“Non penso di poter essere più chiaro. Se volete stare sul mercato del credito focalizzatevi su qualità, breve durata e titoli difensivi non ciclici; il contante è il principale rifugio. Quindi tutto ciò riguarda il non perdere denaro e non perdere il lavoro” ha aggiunto Jajuah, che è diventato una stella della City dopo che i suoi pessimistici avvertimenti dello scorso anno circa la crisi del credito si sono dimostrati fin troppo accurati. E prosegue:

“La RBS si aspetta che Wall Street prolunghi la propria salita durante la prima parte di luglio, per un periodo di breve momento prima che si sgonfi la ripresa generata dal rimborso fiscale in America, e prima che gli effetti ritardati dell’aumento dei prezzi del petrolio si facciano pienamente sentire.

La globalizzazione ha sempre comportato il rischio di chiudere pericolosamente all’angolo, un giorno o l’altro, i banchieri centrali. Secondo me quel giorno è arrivato.

La Federal Reserve statunitense e la Banca Centrale Europea si trovano a dover affrontare una scelta obbligata adesso che la gente comincia a perdere il posto di lavoro e le banche tagliano il credito. Le autorità monetarie non possono reagire con denaro facile in quanto i costi di petrolio e generi alimentari continuano a spingere in alto l’inflazione, a livelli che stanno destabilizzando il mercato. “La pessima prospettiva che abbiamo è quella che rischiamo di dover vedere una crescita globale molto minore per poter avere un’inflazione molto minore. ”

Aggiunge ancora Jajuan: “La FED è ormai nel panico; l’enorme perdita di credibilità in cui piomberanno sia la FED che la BCE nel momento in cui non potranno più aumentare i tassi per contrastare l’inflazione crescente si combineranno col darci una colossale svendita di investimenti a rischio.”

Kit Jukes, responsabile del settore debito della RBS, ritiene che l’Europa non potrà restare immune. “La debolezza economica si sta diffondendo e i più recenti dati sulla richiesta e sulla fiducia dei consumatori sono terribili. La BCE è decisa ad alzare i tassi e la ricaduta politica potrebbe essere molto forte dato che i ministri finanziari delle economie più deboli si oppongono a questa misura.

In definitiva la RBS prevede per il prossimo anno che la crescita del prezzo del petrolio rallenti in concomitanza ad una potente spinta di deflazione del debito.

Scritto da Ambrose Evans-Pritchard

Fonte Telegraph.co.uk
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Bracciano Translation Team. Traduzioni di qualità topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008